Agatha Christie: 40 anni senza la scrittrice di gialli più famosa al mondo

Sono passati 40 dalla morte di Agatha Christie, la celebre scrittrice di libri gialli che diede vita ad Hercule Poirot e Miss Marple, rientrando ancora oggi fra gli autori più venduti a livello intenazionale.

agatha christie

Era il 12 gennaio del 1976 quando morì Agatha Christie, celebre scrittrice britannica, famosa principalmente per i suoi romanzi gialli in cui Hercule Poirot e Miss Marple sono i protagonisti.

I romanzi di Agatha Christie sono caratterizzati da un’atmosfera intrigante e da personaggi ed ambientazioni descritte con particolare cura e realismo. L’investigatore belga Hercule Poirot e l’acuta indagatrice Miss Marple sono i suoi personaggi più famosi, diventati celebri in tutto il mondo, grazie ai molti adattamenti televisivi e cinematografici realizzati e basati sui romanzi della scrittrice.

Agatha Mary Clarissa Miller (il cognome diventa Christie dal 1914, quando sposa Archie Christie) nasce nel 1890 in Inghilterra, ma cresce diversi anni a Parigi. Rimane orfana di padre a soli 10 anni e viene cresciuta dalla nonna e dalla madre, che si incarica anche di farle da insegnante: Agatha Christie non frequenterà mai la scuola.

La sua prima grande passione è la musica e la sua aspirazione è di diventare una cantante lirica, ma purtroppo la carriera canora non debutterà mai, costringendo Agatha Christie a tornare in Inghilterra.

Il ritorno nella terra natale segna l’inizio dell’attività come scrittrice, tuttavia i primi prodotti letterari vennero praticamente ignorati dal pubblico e dalla critica.

Il primo romanzo giallo è “Poirot a Styles Court” per il quale Agatha Christie sviluppò l’idea lavorando in un ospedale come assistente nel dispensario e quindi stando a contatto con i veleni, ma il successo arriva con “Dalle nove alle dieci”, nel 1926.

La morte della madre e la separazione dal marito fecero cadere la scrittrice in balìa di una forte depressione che durò circa 3 anni, durante i quali il suo lavoro ne risentì molto. La svolta positiva nella vita e nella carriera di Agatha Christie si deve ad un viaggio in treno che le ispirò “Assassinio sull’ Orient-Express” e che la fece innamorare del secondo marito Max Mallowan.

Nel 1947 il talento indiscusso della giallista portano la Regina Mary a chiederle, come regalo di compleanno, una commedia; lusingata, Agatha Christie realizza “Tre topolini ciechi”, opera che la regina gradì moltissimo.

Il 12 gennaio, all’età di 85 anni, si spegne nella sua villa in campagna, ma ancora oggi, i suoi romanzi sono tra i più tradotti e venduti al mondo.

Crediti: oxfordmail.co.uk

Condividi su facebook
Facebook
Condividi su linkedin
LinkedIn
Condividi su twitter
Twitter
Condividi su telegram
Telegram
Condividi su whatsapp
WhatsApp