Edwige Fenech: attrice simbolo del cinema anni 80 compie 67 anni

Buon compleanno a Edwige Fenech, attrice icona della commedia sexy italiana, oggi donna che non intende nascondere gli anni che passano.

Edwige Fenech

Nata ad Annaba il 24 dicembre del 1948, Edwige Fenech è francese naturalizzata italiana ed è diventata famosa per essere stata attrice, produttrice e conduttrice televisiva. Celebre, inoltre, per aver interpretato diversi film che rientrano dei generi giallo all’italiana e commedia sexy.

Edwige Fenech inizia a muovere i primi passi nel mondo del cinema nella metà degli anni ’60, dopo aver partecipato ad alcuni concorsi di bellezza.

Ben presto diventa icona del cinema erotico e il suo primo nudo integrale sul grande schermo risale al 1976 con il film “La pretora” diretto da Lucio Fulci: la pellicola ottiene un grande successo, principalmente di pubblico maschile, successo dovuto alla forte carica seduttiva dell’attrice che diventa un vero sex symbol.

Oggi, Edwige Fenech, parlando della sua bellezza e della sua carriera, afferma: “La cosa migliore è non pensarci mai, se no ti viene l’esaurimento nervoso. Se ci pensi tutto il tempo, diventi narcisista, egoista, tutto quello che un essere umano non deve essere. A trent’anni fai i ruoli della bella, ma dopo? Sono diventata produttore per dimostrare cosa sapevo fare. Mi sono fatta scrivere da Toscano e Marotta le storie (“Delitti privati”, “Alta società”, “Il coraggio di Anna”), ho chiamato Capitani alla regia. Oggi sono quella che alla mia età si definisce “una bella signora” e va bene così. Da ragazza ero piena di complessi, tutta questa bellezza non la vedevo. Per me erano belle le altre: nessuno mi trovava interessante. Mi vedevo in modo diverso rispetto a come mi vedevano gli altri. Tante colleghe hanno fatto film impegnati, e la loro carriera è finita presto. Io, dopo aver dimostrato a me stessa e agli altri che sapevo fare questo mestiere, ho capito che ammiravo molto gli attori. E visto che avevo un certo gusto, mi piaceva trovare buoni soggetti, mi sono messa a fare il produttore: “Commesse” fu una scommessa”.

Crediti: biografieonline.it

Condividi su facebook
Facebook
Condividi su linkedin
LinkedIn
Condividi su twitter
Twitter
Condividi su telegram
Telegram
Condividi su whatsapp
WhatsApp