Biagio Antonacci in concerto tenta di sconfiggere la paura

Biagio Antonacci afferma di aver pensato a cancellare la data del concerto di Milano, avvenuta all'Alcatraz, dopo i fatti di Parigi.

biagio antonacci

Il cantautore italiano Biagio Antonacci è salito ieri sera sul palco dell’Alcatraz di Milano dopo averci riflettuto molto: aveva pensato di annullare la data.

L’unica tappa italiana è stata fatta e dedicata ai fans: Biagio Antonacci ha presentato la raccolta di 3cd comprensivi di 48 successi rimasterizzati. Nel disco ci sono, inoltre, alcuni brani inediti tra i quali il singolo “Ci stai”.

“Dopo i tragici fatti di Parigi mi è venuto il pensiero di annullare tutto soprattutto perché temevo per i ragazzi che sarebbero venuti a sentirmi. Ho parlato personalmente con il questore e ho chiesto a lui a quali rischi andavamo incontro. Il questore mi ha rassicurato, dicendomi di stare tranquillo, anzi che sarà anche lui presente all’Alcatraz durante il concerto. Quindi posso dire di aver avuto la garanzia da parte dello Stato sulla sicurezza e quindi il concerto si farà” commenta Biagio Antonacci.

I dubbi in merito alla realizzazione o meno del concerto, derivano anche dal fatto che la scorsa domenica, per motivi di sicurezza, è stato annullato il concerto dei Five Finger Death Punch.

La raccolta “Biagio” è stata presentata ai fans milanesi e il cantante definisce il suo lavoro dicendo: “Non c’è un punto e non si tratta nemmeno di un arrivo, mi piace definirla come una fotografia di quello che ho fatto anche per capite quello che voglio ancora fare”.

Il suo progetto prevede anche un ricordo speciale per Pino Daniele: nella raccolta c’è il brano “One Day” scritto insieme all’artista napoletano mancato a gennaio di quest’anno: “Il mio sogno da ragazzo era sempre stato quello di suonare con lui. La canzone è nata in una sera a casa sua, ognuno con la propria chitarra” racconta Antonacci.

Per il momento il cantante afferma di non avere progetti precisi per il futuro e sostiene: “Mi piacerebbe tornare nei palasport che per me sono una sicurezza, ma anche nei teatri per uno spettacolo di sola voce, chitarra e pianoforte”.

Crediti: Facebook Biagio Antonacci

Condividi su facebook
Facebook
Condividi su linkedin
LinkedIn
Condividi su twitter
Twitter
Condividi su telegram
Telegram
Condividi su whatsapp
WhatsApp