Halloween in Italia: origini, etimologia, storia e significato

Halloween: significato, etimologia, origini e storia. Festeggiare o non festeggiare? Si tratta di una festa pagana che da qualche anno ha preso piede anche in Italia.

1) ORIGINI. La festa di Halloween ha origini pagane, legate all’antica religione celtica diffusa in Scozia e in Irlanda. L’antico calendario celtico poneva il capodanno intorno al nostro odierno 1° novembre e quindi Halloween che – che però all’epoca dei celti si chiamava Samhain – era la festa che segnava il passaggio da un anno all’altro.

2) SIGNIFICATO. Si scrive Halloween, si pronuncia «All-o-uìn» con l’accento sulla i. Secondo la tradizione il nome deriverebbe dallo scozzese All-Hallows-Eve, letteralmente “Vigilia di Ognissanti”.

3) DOVE SI FESTEGGIA? Halloween viene tradizionalmente festeggiato in Irlanda, Gran Bretagna, Stati Uniti e Canada. Negli anni 60 streghe e mostri presero piede anche in Messico e negli anni 90 anche inGiappone, Australia, Svezia, Germania e Spagna.

4) PERCHE’ SI INTAGLIANO LE ZUCCHE? Uno dei simboli di Halloween è la zucca. Per la precisione una zucca intagliata a forma di “faccia spaventosa”, magari con un lumino al suo interno. Secondo una leggenda irlandese la zucca si chiama Jack-O’- Lantern e prende il suo nome da un tale Jack che una volta morto fu rifiutato perfino dal Diavolo in persona a causa delle cose combinate quando era in vita. L’anima di Jack avrebbe cominciato ad errare al buio e al freddo, munito soltanto di un tizzone ardente che il Diavolo gli avrebbe dato direttamente dall’Inferno e che Jack avrebbe messo in una zucca che si portava appresso anche da morto. Secondo la tradizione, nella notte del 31 ottobre Jack vagherebbe sulla terra in cerca di un posto caldo.

5) PERCHE’ SI FA DOLCE O SCHERZETTO? In Gran Bretagna e negli Stati Uniti, la notte di Halloween i bambini girano di casa in casa urlando “Dolcetto o scherzetto?”, minacciando gli abitanti di punirli con un non precisato scherzo se non riceveranno caramelle o dolciumi. Nella tradizione, a Ognissanti, infatti, i poveri chiedevano l’elemosina porta a porta promettendo di pregare per le anime dei defunti in cambio di cibo o di qualche moneta.

6) COSA SI FACEVA DAVVERO AD HALLOWEEN? I pagani si riunivano nei boschi dove accendevano fuochi e si preparavano ad accogliere le anime dei defunti. Celebrazioni in un certo senso “oscure” e vagamente pericolose, si indossavano maschere per impersonare l’arrivo delle anime dall’Aldilà.

7) PERCHE’ CI SI VESTE??? Oggi Halloween è diventata una festa commerciale. Ma i travestimenti sono un eco di quella tradizione per cui prediligono i costumi cupi e i colori lugubri: si parla di Aldlà, di Purgatorio, di anime peregrine, diversamente dal Carnevale “cristiano” dove sono graditi costumi divertenti e colorati.

killer-820017_1920

8) COLORI. Arancione e nero sono i colori tradizionali di Halloween perchè l’arancione rappresenta la raccolta autunnale e il nero rappresenta il buio associato con la morte dell’estate.

9) PERCHE’ NON FESTEGGIARE IN ITALIA? Perché non è una festa italiana e non a caso è criticata dalle più importanti istituzioni tra cui quella religiosa, ma si sa agli italiani basta vaere una scusa per far festa e mascherarsi, senza sapere davvero il reale significato di questa festa.

10) PERCHE’ NON FESTEGGIARE IN GENERALE? La festa di Halloween è legata all’oscuro e a Satana e al mondo dell’occulto, quindi perchè festeggiare i defunti e non accontentarci del nostro Carnevale che precede l’ arrivo della Pasqua e quindi la rinascita? Ma non entrerò in banali e linghi discorsi che non troveranno mai una fine, si sa That’s Italian’ s Style…quindi andate, divertititevi, non bevete troppo e non mangiate troppi dolci!
Buon Halloween a tutti.

Condividi su facebook
Facebook
Condividi su linkedin
LinkedIn
Condividi su twitter
Twitter
Condividi su telegram
Telegram
Condividi su whatsapp
WhatsApp