Angelos Bratis e i suoi basici Couture da sogno – Fashion Times

Niente concetti “abracadabranti” né vari temi incrociati che rischiano solo una grande confusione. Angelos Bratis sceglie di reinterpretare i grandi basici del guardaroba femminile. Il risultato è assolutamente mozzafiato

Semplicità. Capi basici, semplici, classici, resi incredibilmente unici grazie ad un intervento couture. Angelos Bratis punta all’essenziale. Ai capi che ogni donna deve assolutamente avere nel proprio guardaroba, lo stilista toglie un po’ di “polvere” reinterpretandoli in chiave moderna.

Angelos Bratis Autunno-Inverno 2014/2015

Angelos Bratis Autunno-Inverno 2014/2015

Così, il tailleur, il tubino nero, il soprabito, l’abito da cocktail adottano tinte classiche ed evergreen, tessuti intramontabili, ma si vestono di drappeggi, tagli innovativi, interventi sartoriali che danno loro una seconda vita.

Angelos Bratis Autunno-Inverno 2014/2015

Angelos Bratis Autunno-Inverno 2014/2015

Splendida la mantella in lana spessa con motivo spigato, che si adatta ad ogni look ed ogni donna. Stesso tessuto per il tailleur, la cui giacca si arrichisce di pieghe e drappeggi creando un meraviglioso contrasto con il rigore della gonna diritta sotto il ginocchio.

Angelos Bratis Autunno-Inverno 2014/2015

Angelos Bratis Autunno-Inverno 2014/2015

Il tubino viene tagliato in diagonale, vestendo la silhouette come fosse un guanto, mentre per la sera trionfa il lamé, con eleganti tonalità di oro o di argento polveroso. Luminosi ma sempre raffinati e delicati. E.L.

Angelos Bratis Autunno-Inverno 2014/2015

Angelos Bratis Autunno-Inverno 2014/2015

Resta sempre aggiornato! Iscriviti alla Newsletter di FASHION TIMES

Angelos Bratis Autunno-Inverno 2014/2015

Angelos Bratis Autunno-Inverno 2014/2015

Condividi su facebook
Facebook
Condividi su linkedin
LinkedIn
Condividi su twitter
Twitter
Condividi su telegram
Telegram
Condividi su whatsapp
WhatsApp