Gabriele Pasini riesplora i tessuti di una volta | Moda Uomo

Rileggere il classico nel gioco surreale dei contrasti. Gabriele Pasini esplora il mondo dei tessuti di una volta con la sua collezione Autunno-Inverno 2014/15

Con la sua collezione Autunno-Inverno 2014/2015, Gabriele Pasini racconta il vasto mondo dei tessuti di una volta, degli effetti visivi, delle sfumature, dove prevalgono il valore degli accostamenti inaspettati che affondano radici nella cultura del fatto a mano.

Gabriele Pasini Autunno-Inverno 2014/15

Gabriele Pasini Autunno-Inverno 2014/15

Così il nuovo parka è in murmasky, la field-jacket è in astrakan o diventa piumino, in gobelin ciniglia e fodera camouflage. Ritroviamo il gobelin anche sui capi classici per la sera, con la giacca smoking gobelin in ciniglia sovrastampata Galles, bordata di raso.

Giacche sartoriali in cotone cerato affiancano abiti tre pezzi in tinte degradè dai volumi morbidi e dai tessuti dal gusto retrò che puntano a rivoluzionare lo stile anni ’70. Le camicie, nelle loro fantasie cromatiche dai richiami afro, rileggono il mondo del classico e spezzano i colori uniti degli abiti. Sono in seta stampata prese dal mondo della cravatteria, o in cotoni operati blue/marrone degradè, ottenuti con antichi telai jacquard.

Completano la collezione una linea di maglie gobel jacquard reversibili, di felpe con cappuccio foderato in nylon camouflage o in gobelin, e di piccoli accessori colorati come le sciarpe gobelin in lana dall’effetto ermellino. A.R.

Resta sempre aggiornato! Iscriviti alla Newsletter di FASHION TIMES

Commenti

comments