La collezione primavera-estate 2013 di Francesco Biasia si declina in due mood molto diversi tra loro. Il primo, Color Zone, dove il colore incontra la Graphic Decò e ricorda le opere di Piet Mondrian e Sonia Delaunay. Bianco, Nero, rosso, giallo e blu si intersecano dando vita a intrecci inusuali e a contrasti cromatici che accentuano forme e volumi, rimandandoci all’ Art Dèco degli edifici di Miami.

Glamour e moderno il mood Pure Whiteness dove regnano leggerezza, freschezza e candore. Costruzioni basiche e giochi di geometriche trasparenze si rivelano in forme morbide, a volte appena drappeggiate. Riflessi madreperlati e iridescenze impreziosiscono superfici pulite e tessuti ultraleggeri che si prestano a giochi di trasparenza, mentre colori pastello molto tenui compongono una cartella colore molto raffinata e femminile.

Così nasce la borsa Miramar che si declina sia in tessuto rigato che in pelle traforata con un morbido effetto perlato. La borsa può essere portata a mano, con la maniglia in pelle intrecciata, o a spalla con la comoda tracolla. A.R.

Diventa Fan di Fashion Times su Facebook e seguici suTwitter

Iscriviti alla NEWSLETTER di Fashion Times

Francesco Biasia

Francesco Biasia