Bruno Collin nuovo direttore artistico di Diesel

Il nuovo anno inizia con molti cambiamenti in Diesel, a partire dalla nomina del nuovo direttore artistico della linea Diesel. Bruno Collin, editore e fondatore della rivista francese di tendenza WAD, si occuperà di creare un team di creativi interni ed esterni all’azienda che lavoreranno in modo sinergico, per portare Diesel nel nuovo decennio mantenendone […]

Il nuovo anno inizia con molti cambiamenti in Diesel, a partire dalla nomina del nuovo direttore artistico della linea Diesel. Bruno Collin, editore e fondatore della rivista francese di tendenza WAD, si occuperà di creare un team di creativi interni ed esterni all’azienda che lavoreranno in modo sinergico, per portare Diesel nel nuovo decennio mantenendone invariato lo status di brand tra i più innovativi al mondo. Bruno è stato, tra l’altro, capo redattore dell’edizione francese di Sportswear International, freelance per diversi giornali di moda internazionali, è un fanatico di prodotto, un curatore di libri, un esperto di comunicazione e una figura nota della vita notturna parigina.

Oggi più che mai, voglio che Diesel esprima il proprio DNA nel modo più moderno e innovativo”, afferma Renzo Rosso, presidente del gruppo e fondatore del marchio. “Il mondo della moda è cambiato radicalmente negli ultimi anni e di conseguenza anche il processo creativo deve innovarsi. Credo nell’idea di combinare e far lavorare assieme talenti diversi tra loro: stilisti, grafici, stylist, fotografi, artisti. Questo è solo l’inizio di una rivoluzione che trasformerà il team e tutti i processi creativi del marchio. Seguo Bruno da tempo e credo molto nel suo lavoro; le sue idee, le sue conoscenze e il suo gusto sono perfetti per Diesel. I marchi innovativi dovrebbero essere gestiti come i giornali più giusti – una forte e chiara identità con costanti input dall’esterno e collaborazioni che si adattano ai singoli progetti”.

Bruno Collin commenta: “Diesel è uno dei marchi che ho sempre seguito, in maniera quasi ossessiva, durante tutta la mia carriera. Un brand forte, sia dal punto di vista di comunicazione che di prodotto, che ha sempre dato il la al mercato Il mio ruolo sarà prima di tutto quello di un alchimista, di un direttore d’orchestra. L’energia di questo brand ha solo bisogno di nuovi canali di ispirazione ed espressione”.

Bruno CollinBruno Collin
Condividi su facebook
Facebook
Condividi su linkedin
LinkedIn
Condividi su twitter
Twitter
Condividi su telegram
Telegram
Condividi su whatsapp
WhatsApp