Rientro a scuola: come renderlo più dolce?

Temutissimo, attesissimo... insomma una cosa è sicura: il back to school, ossia il rientro a scuola non lascia nessuno indifferente che siano grandi o piccoli, spesso lasciando qualche perplessità. Sarà, sarò, saremo all'altezza? Come fare per fare vivere questo momento a tutti più serenamente?
rientro scuola

La verità è questa: le mamme passano il tempo a pubblicare meme su Facebook ironizzando sul cosiddetto rientro a scuola. La tendenza vuole così: si deve aver voglia di sbarazzarsi del pupo.

E lo si deve fare in fretta. Tra materiale acquistato all’ultimo, etichette fai da te, e countdown con le amiche però, quasi tutte vivono questo momento con un bel po’ di apprensione. C’è un trucco per fare filare tutto liscio?

Preparare il bambino al rientro a scuola

La scuola c’è. Ed è un dovere. Un obbligo. E anche se non si tratta prettamente di scuola dell’obbligo, appunto, bisognerebbe cercare di far passare questo messaggio al bambino: tutti noi abbiamo doveri. Quando si è piccoli, uno di essi è di andare a scuola. Una cosa normale, necessaria, utile ma anche divertente. Importante insomma spiegare con parole proprie ciò che sta accadendo, al bambino. Un eccesso di entusiasmo potrebbe ottenere l’effetto contrario. Un eccesso di preoccupazione e ansia, chiaramente non aiuta.

Farglielo vivere positivamente

“Ma vedrai durerà pochissimo. Non appena te ne sarai reso conto sarai già a casa!”. NO! Sbagliatissimo. La scuola è un dovere sì, ma è anche una gran bella opportunità. Assecondando il bambino sulla sua reticenza non si farà altro che attivare un meccanismo di blocco, di rifiuto, guidato dalla negatività. Importante parlargli dei cambiamenti, della sua crescita e maturità, di quello che farà e delle nuove persone e amici che incontrerà.

Coinvolgerlo

Insieme potreste creare una vostra routine serale o mattutina. Potreste scegliere insieme il materiale per la scuola nonché l’outfit adatto per il gran giorno. Ricodandovi sempre che quel primo giorno di scuola sarà soprattutto suo, prima di essere vostro. Inutile vestirlo da piccolo scolaretto retrò per poterlo piazzare su Instagram.

Responsabilizzarlo

Dando lui nuovi compiti. Fargli capire che sta crescendo, che sta diventano grande e lasciargli fare nuove piccole conquiste.

Coccolarlo

Seppur grande e maturo, non rimarrà meno il vostro bambino. Nelle fasi di grandi cambiamenti, nelle tappe importanti come la scuola, bisogna sempre pensare a rassicurare il proprio figlio: “stai crescendo, diventi grande, ma resti pur sempre il mio bambino. Io ti lascerò la libertà di crescere, ma io ci sono e ci sarò ogni volta che cercherai un rifugio”.

Un concetto importante, soprattutto perché i bambini molto presi dai cambiamenti, a volte pensano di non avere più “diritto” a certe attenzioni. Un’idea potrebbe anche essere quella del doudou. Un fedele compagno da coccolare, sempre presente nei momenti di gioia, come in quelli più difficili.

Uno dei nostri preferiti? Choupette, il doudou di Karl Lagerfeld Kids ispirato al famoso gatto dello stilista!

Dove trovarlo? Su Yoox, Luisa Via Roma e nello store Kids Around di Roma!

Prezzo al pubblico: 45 euro

 

Commenti

comments