Festival di Cannes: vietati i selfie “ridicoli e grotteschi”

Politica anti-selfie al Festival di Cannes. Le celebrities sono avvisate, l'autoscatto è "ridicolo e grottesco". Parola di Thierry Frémaux, delegato generale della kermesse.

Avvio col botto al Festival di Cannes con le dichiarazioni di Thierry Frémaux, delegato generale della kermesse cinematografica, che in un’intervista al Daily Mail ha dichiarato una politica anti-selfie.

Sono ridicoli e grotteschi“, così li definisce Frémaux, che però ammette: “Non possiamo certamente proibirli, ma cercheremo di limitarli il più possibile“.

La selfie-mania è scoppiata proprio durante una manifestazione cinematografica. Gli Oscar 2014, con la famosa selfie scattata da Bradley Cooper (con il povero Leonardo DiCaprio escluso) che una volta postato da Ellen DeGeneres ha fatto il giro del mondo con più di 3 milione di retweet.

Thierry Frémaux incalza nuovamente, affermando “Certe celebrities non sono mai sembrate così brutte come nei loro selfie, eppure queste foto fanno il giro del mondo

Una piccola campagna mediatica che sposta l’attenzione del pubblico su un argomento all’ordine del giorno. Selfie sì, selfie no. Pensate che in alcuni paesi, la versione moderna dell’autoscatto è vietata per legge, come sul Lago Tahoe in Usa o sulla spiaggia di Garoupe in Francia, dove il divieto è giustificato per motivi di salute pubblica.

Commenti

comments