Festival della Moda Russa a Milano dall’11 al 13 novembre

Tra pochi giorni apre le sue porte a Milano il Festival della Moda Russa. L'occasione per scoprire 15 nuovi talenti del fashion design.

Dall’11 al 13 novembre si svolgerà a Milano la 7ima edizione del Festival della Moda Russa, la manifestazione dedicata al talento e alla creatività di 15 diversi fashion designer provenienti dalle 6 repubbliche ex URSS: Russia, Armenia, Uzbekistan, Kazakistan, Georgia e Ucraina.

Sono fra i nomi più promettenti, con curricula e collaborazioni di tutto rispetto. Alcuni hanno avuto un’esperienza nell’ufficio stile di grandi nomi internazionali e c’è chi si è addirittura trasferito nelle grandi metropoli del fashion business come New York.

Altri hanno calcato le passerelle di Parigi e di Londra. Oppure hanno sfilato di fronte a un pubblico di principi e principesse. Altri ancora hanno vestito star da red carpet. E c’è chi sta partecipando alle più prestigiose manifestazioni in Russia e nel proprio Paese di origine.

E’ il caso dei kazaki Ainur Turisbek, Leonid Zherebtsov per Zherebtsov, e della georgiana Keti Chkhikvadze, che hanno appena concluso la fashion week di Almaty. O della kazaka Ainur Turisbek accanto alla georgiana Aka Nanitashvili per Aka Nanita appena ritrovati alla settimana della moda di Astana.

Mentre Bella Potemkina proprio la scorsa settimana è stata sulle passerelle di Mosca, la sua città. Con loro, al Festival della Moda Russa 2014 altri nove nuovi interpreti dello stile. Sempre da Mosca, Irina Chernyak per 12AM by Irina Chernyak, Natalia Kolykhalova per N’Kolykhalova, Katya Rozhdestvenskaya per ROB-ART by Katya Rozhdestvenskaya e Irina Volkova per Vanity Voice oltre al duo Kirill Ovchinnikov + Razgulyaev Blagonravova di San Pietroburgo. Dall’Armenia Vahan Khachatryan di Yerevan. Dalla Georgia, da Tbilisi, anche Tatuna Nikolaishvili. Dall’Ucraina Sasha Kanevski per sasha.kanevski e il duo Ksenia Marchenko e Anton Schnaider per Ksenia Schnaider.

Questa manifestazione è promossa da SMI, Sistema Moda Italia, e ha ottenuto anche i patrocini di Provincia di Milano, Comune di Milano, Camera Nazionale della Moda Italiana, Soyuzlegprom – Unione russa degli imprenditori del tessile e dell’industria leggera, Consolato Generale d’Italia a San Pietroburgo, CCIR – Camera di Commercio Italo-Russa e Fondazione “Centro per lo sviluppo dei rapporti Italia Russia”.

Commenti

comments