Il dualismo di Tom Rebl | Spring-Summer 2015

Tom Rebel ci prende per mano e ci porta in un viaggio concettuale con la collezione Primavera-Estate 2015, accompagnati dalla musica di Sergio Carnevale, batterista dei Bluvertigo.

È un perfetto equilibrio tra opposti che si attraggono e si respingono, tra Oriente e Occidente, tra natura maschile e femminile quello che ritroviamo nella collezione Primavera-Estate 2015 Tom Rebl. La dea Kalì è padrona di questa collezione, e il suo carico simbolico si ritrova in ogni dettaglio.

I capispalla e i pantaloni, le maglie e gli abiti svelano un codice estetico mistico contemporaneo in cui i pezzi non hanno più un’identità precisa e la preziosità è protagonista con tessuti originali, provenienti dall’India.

Tom Rebl Spring-Summer 2015

Tom Rebl Spring-Summer 2015

Tom Rebl Spring-Summer 2015

I capi sono realizzati con sari vintage in broccato di seta che rinascono in una sorta di reincarnazione induista. Non mancano il denim lavato, screpolato, verniciato, il jersey, lo jacquard, il lino e la lana.

Come sempre l’alta sartorialità si mischia alla perfezione con contenuti stilistici forti. Le linee tradizionali del guardaroba maschile sono state destrutturate e riviste in un linguaggio innovativo, tra sperimentazione e provocazione.

Tom Rebl Spring-Summer 2015

Tom Rebl Spring-Summer 2015

Tom Rebl Spring-Summer 2015

Accanto all’uomo, per la prima volta Tom Rebl veste anche la donna, presentando una capsule collection di 25 modelli che nasce dalla linea maschile, prendendone in prestito alcuni pezzi.

Il risultato è un mix tra la silhouette femminile, definita con capi fascianti, e quella maschile, decisamente più morbida. È una nuova figura che guarda al futuro spaziando tra i generi. A.R.

Resta sempre aggiornato! Iscriviti alla Newsletter di FASHION TIMES

Tom Rebl Spring-Summer 2015

Tom Rebl Spring-Summer 2015

Commenti

comments