Sabrina Persechino: l’influenza dell’architettura nella moda

Sabrina Persechino affida all'architettura, il design della collezione P-E 2014 attraverso l'analisi e la scomposizione estetico-prospettica di alcune opere di tre grandi architetti contemporanei: Zaha Hadid, Jean Nouvel e Renzo Piano.

In occasione di AltaRoma, va in scena al MAXXI, il museo nazionale delle arti del XXI secolo, la sfilata di Sabrina Persechino: 25 capi ispirati alle opere dei grandi architetti contemporanei quali Zaha Hadid, Jean Nouvel e Renzo Piano.

Dall’incontro diretto con i tre architetti, in cui Sabrina Persechino affronta il dibattito sul processo creativo che ha generato il progetto e poi la realizzazione dell’opera, nasce Haute Concrete, il cui nome conia il legame simbiotico tra i materiali che, aggregati, compongono gli abiti, intesi come struttura.

Collezione Haute Concrete by Sabrina Persechino

Collezione Haute Concrete by Sabrina Persechino

Haute Concrete, perché la miscela, fatta principalmente di sete e metalli, imita il processo di preparazione del calcestruzzo armato, conglomerato artificiale costituito da una miscela di legante, acqua e aggregati (sabbia e ghiaia) gettato in casseforme di legno con anime di ferro.

Di Zaha Hadid vengono analizzati, immancabilmente le travi longitudinali del MAXXI e gli elementi reticolari del Ponte – Padiglione di Saragozza. Di Jean Nouvel vengono sviscerati l’Istituto del Mondo Arabo (Parigi) e il Burj Doha (Qatar). Il Jean-Marie Tjibaou Cultural Center (New Caledonia) e la Banca Popolare di Lodi sono le opere protagoniste del design dedicato a Renzo Piano. A.R.

Resta sempre aggiornato! Iscriviti alla Newsletter di FASHION TIMES

Collezione Haute Concrete by Sabrina Persechino

Collezione Haute Concrete by Sabrina Persechino

Commenti

comments