Atelier Vittorio Camaiani Primavera-Estate 2014 | AltaRoma

In occasione di AltaRoma è andata in scena la sfilata della collezione “Fili di parole, Pagine di abiti - Tributo a Leopardi e a D’annunzio” Primavera-Estate 2014 di Atelier Vittorio Camaiani.

Una cornice eccezionale, quella dell’Hotel Westin Excelsior di Via Veneto a Roma, per ospitare la collezione Primavera-Estate 2014 dello stilista marchigiano Vittorio Camaiani. | TUTTE LE FOTO DELLA SFILATA

Fili di parole, Pagine di abiti” frasi che dagli abiti agli accessori fondono pensieri di Leopardi e D’Annunzio, sono un inno alla sartorialità ed all’artigianalità di ricamatrici.

Atelier Vittorio Camaiani PE 14

Atelier Vittorio Camaiani PE 14

Atelier Vittorio Camaiani PE 14

Fogli su fogli, di libri non letti o da disegno, che si allacciano con leggerezza ai capi, si legano alla vita dell’abito foglio, si appoggiano alle spalle dei soprabiti e si aprono nelle maniche delle camicie casual chic in seta con colletto a polo.

Innovazione anche con il foglio nella tasca dei nuovi pantaloni “’80” stile Jackie, proposti in seta, cotone e lino. Preziosi i tessuti, come le sete impalpabili e le sete pesanti, shantung, taffetà, sangallo di cotone e cotone trapuntato e lino, proposto in texture pesanti e leggere, soprattutto nel bianco.

Borsa icona della collezione è la nuova pochette “borsa libro” realizzata in pelle e sete pesanti. La palette cromatica si espande dal verde al bianco e nero passando per il cognac, il beige, il nude e il cipria.

Atelier Vittorio Camaiani PE 14

Atelier Vittorio Camaiani PE 14

Atelier Vittorio Camaiani PE 14

Vittorio Camaiani spiega: “Tutto è iniziato da un foglio, complice la timidezza o comunque quel venir meno della voce. Quando sin da bambino i miei disegni raccontavano di me e dei miei sogni e mi aiutavano giorno dopo giorno e anno dopo anno”. A.R.

Resta sempre aggiornato! Iscriviti alla Newsletter di FASHION TIMES

Commenti

comments