Raoul come una matrioska: completi broccati e motivi paisley

Piccoli mondi e culture lontane si incontrano nella collezione Autunno-Inverno 2013/14 firmata Raoul. Un gioco ad incastro di tendenze ed ispirazioni che partono dall'antica Russia e arrivano all'elegante Parigi.

Il mondo Raoul è come una matrioska; un gioco ad incastri perfettamente studiato. Il seme di collezione prende ispirazione da leggendari artisti europei come Serge Lutens, Madame Grès, Léon Bakst e Yves Saint Laurent, ma è la Russia la vera chiave di lettura di tutta la collezione.

Raoul Fall-Winter 2013/14

Raoul Fall-Winter 2013/14

Fu nel lontano 1976 che il grande Yves Saint Laurent realizzò una delle prime collezioni ispirate alla capitale moscovita, mentre ancor prima Léon Bakst, costumista, pittore e scenografo russo, diventò celebre per aver realizzato i costumi per “Shéhérazade“, “L’Uccello di Fuoco“, “Daphins et Chloé“, i famosi Ballets Russes.

Raoul Fall-Winter 2013/14

Raoul Fall-Winter 2013/14

Raoul Fall-Winter 2013/14

Per l’inverno 2013 Raoul punta sui tessuti pregiati, fantasiosi, elaborati come sete devorè, lamè, velluti, georgette; sui dettagli che rimandano agli eleganti eccessi degli Zar e sulle lavorazioni come la micro plissettatura degli abiti Haute Couture di Madame Grès.

A contrasto motivi paisley, stampe bizantine e broccati per completi perfettamente mixabili tra loro. Pantaloni in broccato abbinati a tuniche o a giacche, maglie in jersey impreziosite da pietre su colletti e polsini, gonne a pieghe realizzate in neoprene per non dimenticarsi mai della contemporaneità delle forme.

Raoul Fall-Winter 2013/14

Raoul Fall-Winter 2013/14

Raoul Fall-Winter 2013/14

Con questa collezione Raoul rievoca, nel Ventunesimo secolo, lo spirito effimero e misterioso degli inverni dell’antica Russia e il savoir affaire dell’antica Parigi. E.M.

NEWS MODA SULLA TUA MAIL

Commenti

comments