Aperta da oggi la mostra “Louis Vuitton: The Art of Fashion”

In occasione della riapertura dello storico negozio di via Montenapoleone 2, Louis Vuitton ha inaugurato ieri la mostra “Louis Vuitton: The Art of Fashion” curata da Katie Grand alla Triennale di Milano. L’artista Katie Grand, che ha lavorato allo styling delle sfilate a stretto contatto con Marc Jacobs dal 2003, ha voluto proporre un vero […]

In occasione della riapertura dello storico negozio di via Montenapoleone 2, Louis Vuitton ha inaugurato ieri la mostra “Louis Vuitton: The Art of Fashion” curata da Katie Grand alla Triennale di Milano. L’artista Katie Grand, che ha lavorato allo styling delle sfilate a stretto contatto con Marc Jacobs dal 2003, ha voluto proporre un vero tributo al Direttore Creativo della Maison, giocando con i pezzi più emblematici da lui creati.

Pescando” nell’archivio Vuitton, Katie riunisce diversi pezzi provenienti da differenti collezioni e li assembla, esaltando il savoir-faire delle collezioni ready-to-wear ma soprattutto degli accessori must-have griffati Louis Vuitton.

Il risultato sono 30 look emblematici, creati a partire dai pezzi più significativi delle varie collezioni, dagli abiti “coiffeuse” agli incredibili cappotti e alle gonne voluminose, che Katie Grand ha mescolato sapientemente per un risultato finale moderno e senza tempo.

Nella mostra anche il maglione a rete in cashmere dell’AI 2000 abbinato ad una gonna in tulle ricamato dell’AI 2004 e ai guanti della PE 2001 realizzata in collaborazione con Stephen Sprouse e ai boots e capuccio oversize dell’AI 2006. Ma ancora trionfa la Speedy Multicolor creata in collaborazione con Takashi Murakami della PE 2003 proposta con l’abito “coiffeuse” di satin e le famose manette dell’ultimissima collezione AI 2011/12.

Parlando dell’iconica Speedy, quest’ultima è stata proposta al posto della testa su 24 manichini. La mostra inaugurata ieri, è aperta al pubblico da oggi 22 settembre alla Triennale di Milano! E.L.

Segui Fashion Times su Facebook e Twitter

Iscriviti alla NEWSLETTER di Fashion Times







Commenti

comments