Nascondere i tradimenti web 2.0? La soluzione è il profilo finto!

Chi non ha mai messo la sua relazione di coppia in pericolo su Facebook? Era più semplice un tempo quando i rischi di farsi scoprire erano un biglietto in tasca, un leggero profumo sulla giacca, un capello caduto magicamente sul sedile dell’auto o dei vicini troppo pettegoli. Oggi, ci sono i social network a mettere […]

Chi non ha mai messo la sua relazione di coppia in pericolo su Facebook? Era più semplice un tempo quando i rischi di farsi scoprire erano un biglietto in tasca, un leggero profumo sulla giacca, un capello caduto magicamente sul sedile dell’auto o dei vicini troppo pettegoli. Oggi, ci sono i social network a mettere bastoni tra le ruote! Tra le foto taggate (“no amore ti giuro che questo era davvero un incontro di lavoro“, “ma no questa ragazza in bikini è solo caduta sulle mie ginocchia, avranno fatto la foto in quel momento“), i commenti degli amici di amici di amici della sorella del mio amico che ho tra gli amici (mi seguite?), le ex-fiamme che rinascono dalle ceneri con tanto di “vecchie foto ricordo” o le nuove amicizie sexy, numerosi sono i motivi che scatenano crisi di gelosia sul web!

Senza parlare del passaparola, che così si propaga due volte più facilmente e rapidamente o ancora delle varie spie! La soluzione? Il profilo finto! In effetti secondo un sondaggio condotto dal sito incontri-extraconiugali.com il 71% degli infedeli ha un profilo finto su Facebook, per gestire meglio le proprie avventure al di fuori della coppia.

Occhio però anche ai cellulari di nuova generazione, i cosìdetti smartphone che squillano e inviano notifiche ad ogni momento. Così, il sito non si accontenta di metterci in guardia, ma addirittura dà consigli agli eterni traditori, per potere vivere al meglio la loro doppia vita!

Oltre al profilo finto, suggerisce anche un secondo numero di telefono. Ma ancora: “Non andrebbe mai commesso il passo falso di fornire al partner user e password dei propri profili digitali, sia che si tratti dell’account di posta sia che si faccia riferimento al profilo creato su qualche social network. Tuttavia, per essere pronti ad ogni evenienza e non farsi cogliere impreparati da eventuali richieste del partner, rischiando di generare qualche sospetto, è bene creare indirizzi e-mail separati, acquistare sim del telefono dedicate e non aggiungere il flirt di un breve periodo al proprio profilo Facebook, Twitter o Google+”. Non sono sicura che faccia l’unanimità! E.L.

Segui Fashion Times su Facebook e Twitter

Iscriviti alla NEWSLETTER di Fashion Times

Logo di FacebookLogo di Facebook

Commenti

comments