L’abito fa il giocatore?

C’è una bella differenza tra entrare in un casino per poi sedere al tavolo da gioco con un abito elegante, e non curarsi dell’apparenza, accontentandosi di giocare e basta; per godersi appieno l’esperienza del gioco d’azzardo nelle più eleganti sale dei casino conviene puntare sul giusto mix di eleganza, scegliendo un abito adatto alla circostanza. […]

C’è una bella differenza tra entrare in un casino per poi sedere al tavolo da gioco con un abito elegante, e non curarsi dell’apparenza, accontentandosi di giocare e basta; per godersi appieno l’esperienza del gioco d’azzardo nelle più eleganti sale dei casino conviene puntare sul giusto mix di eleganza, scegliendo un abito adatto alla circostanza.
Nella maggior parte dei casino americani, si può entrare con qualsiasi abbigliamento, ed anche se nei casino italiani la selezione è più attenta, indossare qualcosa di leggermente più ricercato, e curare la propria presenza, è una scelta consigliabile a chiunque voglia andare a tentare la sorte nei migliori casino.

Di certo non è l’abito che fa il giocatore, questo è chiaro, ma si può dire che presentarsi in un certo modo ai tavoli da gioco, può far sentire vincente anche il giocatore meno fortunato, inoltre, come spesso succede, l’apparenza sembra contare più della sostanza, e saper portare un abito elegante, accostandolo ad un buon savoirfaire, può facilmente proiettare un’immagine di successo.

Vincere ai tavoli dei casino non è facile, e spesso è solo questione di fortuna, usare sistemi per la roulette, o strategie per vincere a blackjack, molte volte non basta, e dal momento che è praticamente impossibile avere la certezza di vincere al casino, per lo meno esiste un modo per far credere agli altri di essere un giocatore vincente, ed è qui che entra in ballo l’abito.

Segui Fashion Times su Facebook e Twitter

Iscriviti alla NEWSLETTER di Fashion Times

Commenti

comments