Giorgio Armani non ci sta e attacca Prada! Scontro tra titani…

All’indomani della chiusura della Milano Moda Uomo, Re Giorgio spara a zero sostenendo che ormai la moda è in mano alle banche, uno show nello show in grado di catturare l’attenzione dei media. Ma dov’è finita la creatività? Si chiede il maestro dell’eleganza criticando anche il lavoro di Miuccia Prada e “consigliandole” di fare sfilate […]

All’indomani della chiusura della Milano Moda Uomo, Re Giorgio spara a zero sostenendo che ormai la moda è in mano alle banche, uno show nello show in grado di catturare l’attenzione dei media. Ma dov’è finita la creatività? Si chiede il maestro dell’eleganza criticando anche il lavoro di Miuccia Prada e “consigliandole” di fare sfilate di accessori: “Se Prada fa il 50% degli utili con gli accessori, faccia sfilate di accessori!

L’altra polemica sollevata è rivolta alle tendenze un po’ femminili dell’uomo del futuro portate in passerella da Miuccia e non solo: “Non baracconiamo l’uomo. E’ un insulto al genere maschile. Gli uomini si devono vestire da uomini! Miuccia Prada ha scelto la strada dell’ironia e dell’intellettualismo, dello chic che diventa cattivo gusto e del cattivo gusto che diventa chic. Lei fa la sua strada, che è pure geniale. Io sono indipendente ecco la verità. Dipendo solo dalla mia creatività e da quella dei miei collaboratori“.

Anche con questa sfuriata, maestro Giorgio, rimane pur sempre il Re assoluto dell’eleganza che ha portato in scena (ammettiamolo) una virilità d’altri tempi. E.M.

Segui Fashion Times su Facebook e Twitter

Iscriviti alla NEWSLETTER di Fashion Times

Miuccia Prada e Giorgio ArmaniMiuccia Prada e Giorgio Armani
Condividi su facebook
Facebook
Condividi su linkedin
LinkedIn
Condividi su twitter
Twitter
Condividi su telegram
Telegram
Condividi su whatsapp
WhatsApp