Flirt ad alta quota e Mile High Club: Skyscanner svela le tendenze

Skyscanner, primo motore di ricerca di voli gratuito in Italia, ha fatto un sondaggio rivelando l’associazione sempre più presente tra volo e romanticismo. Le compagnie aeree da sempre utilizzano il brivido del flirt per sponsorizzare i propri voli, a partire dai rigorosi criteri “glamour” per l’equipaggio, fino alle recenti e sexy campagne pubblicitarie di compagnie […]

Skyscanner, primo motore di ricerca di voli gratuito in Italia, ha fatto un sondaggio rivelando l’associazione sempre più presente tra volo e romanticismo. Le compagnie aeree da sempre utilizzano il brivido del flirt per sponsorizzare i propri voli, a partire dai rigorosi criteri “glamour” per l’equipaggio, fino alle recenti e sexy campagne pubblicitarie di compagnie come la Virgin. Ad entrare nel vocabolario quotidiano è la parola “flyrting” ovvero flirtare tra passeggeri in vola, tendenza che sembra rafforzarsi dato che il 45% dei passeggeri dichiara di averlo fatto. Un terzo di loro ammette di essere riusciti ad ottenere un appuntamento dopo l’atterraggio mentre l’8% oggi ha una relazione.

Sorprendente il fatto che per una piccola minoranza il flirt potrebbe rappresentare l’accesso all’intrigante “Mile High Club“, avventure amorose ad almeno 5.280 piedi. Un altro sondaggio ha rilevato che il 20% dei viaggiatori ha aderito a questa associazione “osé” e la metà di questi… Lo aveva fatto con uno sconosciuto incontrato durante un volo. Il 95% degli intervistati ammette che vorrebbe unirsi a tale club, mentre secondo il sondaggio di San Valentino il 6% degli uomini lo avrebbe gradito come regalo.

Il desiderio di un’avventura amorosa in quota ha generato anche dei servizi che offrono voli privati per entrare nel club. Il Chicagoland Skydiving Center opera con aerei adeguati per questo tipo di “attività“, completi di letti matrimoniali, champagne e massima discrezione. Tuttavia, una compagnia britannica che offriva questo genere di voli è stata recentemente fermata dalle autorità locali per motivi di sicurezza, si temevano troppe distrazioni per i piloti.

Vi lascerò scoprire da soli le mille sfaccettature del “Mile High Club” lasciandovi sulle parole di Karine Noble, ex membro di equipaggio: “Sempre più persone viaggiano in aereo e non sorprende che i voli siano diventati un luogo per flirtare. Infondo si rimane seduti vicino a qualcuno per molto tempo ed il fatto che entrambi viaggino verso lo stesso posto significa avere già qualcosa in comune. Aggiungendo l’effetto che l’alcol può avere in quota ed il clima da vacanza, le persone prendono coraggio per flirtare con altri passeggeri o andare oltre, in particolare sulle rotte a lungo raggio come i voli per la Thailandia“. A.R.

Registrati gratis a Privalia: sconti fino al 70%

Iscriviti alla NEWSLETTER di Fashion Times

SkyscannerSkyscanner

Commenti

comments