“Fashion Against Fur” alle Settimane della Moda di tutto il mondo

Che siano sempre avanti a noi di una spanna non è una novità! Durante la “Oslo Fashion Week” per la prima volta sono state bandite le pellicce dalla Settimana della Moda. Tutto questo grazie all’iniziativa “Fashion Against Fur” lanciata da tre note personalità della moda norvegese, la giornalista di moda Hilde Marstrander e gli stilisti […]

Che siano sempre avanti a noi di una spanna non è una novità! Durante la “Oslo Fashion Week” per la prima volta sono state bandite le pellicce dalla Settimana della Moda. Tutto questo grazie all’iniziativa “Fashion Against Fur” lanciata da tre note personalità della moda norvegese, la giornalista di moda Hilde Marstrander e gli stilisti Kjell Nordström e Fam Irvoll, in collaborazione con l’organizzazione animalista NOAH.

Pål Vasbotten, direttore di Oslo Fashion Week, ha dichiarato nel dicembre 2010, durante il lancio della campagna “Fashion Against Fur”: “Oslo Fashion Week ha deciso di mettere al bando le pellicce. Nella nostra arena non dovranno essere esibite pellicce provenienti da animali uccisi per il loro manto. Il nostro bando alle pellicce è un passo avanti verso una maggiore attenzione alle questioni etiche nel mondo della moda.

E proprio per il mese di Febbraio ricco di Fashion Week sparse per il mondo, i promotori di “Fashion Against Fur” lanciano un accattivante poster realizzato dagli artisti Tine Isachsen e Sara Tanderø del Central Saint Martins College of Art & Design e School of Visual Art New York contenente il messaggio “Fur 4 Who?” – pelliccia per chi?

A quando in Italia? A.R.

Registrati gratis a Privalia: sconti fino al 70%

Iscriviti alla NEWSLETTER di Fashion Times

Commenti

comments