La raison d’être Belstaff divisa tra look Urban Mobility e Dangerous World

Il mondo sta cambiando. Siamo pronti a fronteggiare le trasformazioni? Belstaff lo è e per il prossimo autunno-inverno 2011 focalizza l’attenzione su due soluzioni differenti in grado di mediare l’indecisione che caratterizza la società attuale. Due i mood maschili scelti: “Urban Mobility” che guarda al futuro e “Dangerous World” nato per preservare il mondo dall’autodistruzione. […]

Il mondo sta cambiando. Siamo pronti a fronteggiare le trasformazioni? Belstaff lo è e per il prossimo autunno-inverno 2011 focalizza l’attenzione su due soluzioni differenti in grado di mediare l’indecisione che caratterizza la società attuale. Due i mood maschili scelti: “Urban Mobility” che guarda al futuro e “Dangerous World” nato per preservare il mondo dall’autodistruzione. La prima linea mixa funzionalità e tecnologia poiché studiata per i cosiddetti bike addict, coloro che necessitano di praticità e comodità sulle due ruote completa di optional: capi con grandi tasconi interni, copri sellini portatili, overall impermeabili per gli improvvisi acquazzoni e un gilet catarifrangente per la guida notturna.

La seconda linea, invece, è caratterizzata da cappotti e pickot in panno, blazer e giubbotti “waxed moleskine” e piumini vintage effetto “rubber pneus“. Grande attenzione ai particolari e cura nei trattamenti. Questo è il mondo Belstaff…dove ci porterà? E.M.

Registrati gratis a Privalia: sconti fino al 70%

Iscriviti alla NEWSLETTER di Fashion Times

Belstaff A-I 2011/2012
Belstaff A-I 2011/2012
Belstaff A-I 2011/2012
Belstaff A-I 2011/2012
Belstaff A-I 2011/2012

Commenti

comments