Il mondo della moda guarda al “Premio Margutta – La via delle Arti”

Arte, moda, cucina e solidarietà questi i principali elementi di un ricchissima Edizione 2009 del “Premio Margutta – La Via delle Arti” che si svolgerà, martedì 24 novembre p.v. alle ore 20,00, nell’esclusiva cornice del “Margutta RistorArte” primo circolo a Roma di cultura vegetariana, divenuto dieci anni fa anche Galleria D’arte. L’evento, ideato dal Fashion […]

Arte, moda, cucina e solidarietà questi i principali elementi di un ricchissima Edizione 2009 del “Premio Margutta – La Via delle Arti” che si svolgerà, martedì 24 novembre p.v. alle ore 20,00, nell’esclusiva cornice del “Margutta RistorArte” primo circolo a Roma di cultura vegetariana, divenuto dieci anni fa anche Galleria D’arte.

L’evento, ideato dal Fashion Producer Antonio Falanga, ha come obiettivo quello di riportare alla ribalta l’interesse per una delle più celebri vie di Roma, “Via Margutta”, conosciuta in tutto il mondo per essere una tra le più importanti arterie della cultura e della creatività.

Il prestigioso riconoscimento viene conferito ai protagonisti di spicco del mondo della cultura e del costume, che nel corso della loro carriera si sono distinti sia per il legame affettivo e professionale instaurato con Via Margutta, sia per il proprio contributo professionale nel mondo dell’arte e della creatività.

Quest’anno il “Premio Margutta – La Via delle Arti” sarà conferito per la Sezione Arte all’Editore Guido Talarico (“Inside Art” e “Inside Art International di cui è anche direttore); per la Sezione Moda a Stefano Dominella, Presidente della Maison Gattinoni; per la Sezione Cinema a Barbara Tabita, vulcanica attrice protagonista del prossimo film in programmazione a dicembre di L. Pieraccioni. Ritira il premio per la Sezione Televisione Caterina Balivo, volto tra i più noti di casa Rai; sempre in casa Rai il Premio per la Sezione Giornalismo conferito al giornalista del TG1 Attilio Romita; il premio per la Sezione Teatro ad una delle figure più famose del panorama nazionale Vincenzo Salemme; per la Sezione Spettacolo il Premio verrà assegnato alla poliedrica Alma Manera, attrice e showgirl; autore, regista e soprattutto scrittore ritira il Premio per la Sezione Letteratura (per il suo ultimo romanzo “Amore 14”) Federico Moccia; è nota come conduttrice del programma Geo & Geo, ma è anche autrice e documentarista (da questa sua passione nasce “MANOS A LA OBRA” una rete di adozioni a distanza che ha lo scopo di aiutare gli abitanti di una baraccopoli di Buenos Aires) Premio Sezione Solidarietà a Sveva Sagramola; per la Sezione Fiction il Premio va alla giovane e affascinante attrice Benedetta Valanzano tra le protagoniste della Soap “Un posto al Sole”; Premio Sezione Imprenditoria ad Andrea Ferrari Amministratore Delegato della Ferrari Promotion, Società leader nel campo della comunicazione e della pubblicità.

La seconda parte dell’evento sarà dedicata alla Moda e a due esclusivi “Tableau Vivant”. Nel primo si potranno ammirare gli abiti del progetto “Il Nobil Vestir di Valtellina e Valchiavenna”, ideato da Rosalba Acquistapace, Presidente Nazionale di Confartigianato Sarti Stilisti, e condiviso dai colleghi Maestri Sarti di Confartigianato Sondrio con i quali ha realizzato le fedelissime riproduzioni sartoriali delle famiglie nobili di epoche passate. Confartigianato Sarti Stilisti intende così promuovere ed evidenziare le finalità di questo ambizioso progetto sartoriale: raccontare lo stile di vita del patrimonio storico-culturale di un territorio, nello specifico della Valtellina e Valchiavenna e rivalutare l’attività sartoriale artigianale, soprattutto agli occhi dei giovani.

(A seguire materiale fotografico)

Premio MarguttaPremio Margutta

Commenti

comments